Immagine

La madre di tutte le dipendenze - trad. E. V.

 Va molto di moda oggigiorno smetterla con il nascondersi e dire la verità sulle nostre dipendenze. Mentre tali confessioni sono ovviamente salutari e un passo avanti sulla strada della guarigione, c'é però una dipendenza assai più profonda che la gente evita del tutto di considerare.

 

E' frequente considerare la nostra dipendenza da sostanze, siano esse droga, alcol, zucchero o caffeina. E' anche accettato il considerare la nostra dipendenza comportamentale, come ad esempio riguardo al sesso e al denaro, oppure il mentire o l'imbrogliare. E' anche piuttosto normale riconoscere le dipendenze mentali, quali la lotta, l'impotenza, la competizione, la colpa o la punizione. Ci sono poi le nostre dipendenze dalle emozioni, siano esse la rabbia, la tristezza, la paura, il risentimento o la depressione. E naturalmente siamo tutti dipendenti dalle cattive relazioni, siano esse nella nostra famiglia, sul lavoro, con gli amici o con l'amante.

Ma perché le persone così spesso nascondono una dipendenza solo per trasferire i loro bisogni coercitivi su di un nuovo oggetto di desiderio? Smettete di fumare ed ecco emergere la vostra dipendenza dalla rabbia. Smettete di assumere alcol e passate alla caffeina. Lasciate la caffeina e diventate ossessionati dal sesso. E così sembra che trascorriate la vostra vita trasferendo i vostri bisogni da un oggetto di desiderio ad un altro, senza guarire mai la vera ossessione che vi sta dietro.

La madre di tutte le dipendenze é la ossessione della separazione e del vuoto che ne consegue. Quando voi ritenete di essere separati da Dio, diventate dissociati dalla vostra divinità interiore e vivete in una condizione di negazione spirituale. Il risultato é un vuoto profondo, insaziabile, che cercate di riempire con tutte queste dipendenze, nessuna della quale risulta efficace poiché non avete risolto il problema a monte.

Si afferma che noi cerchiamo amore in tutti i posti sbagliati. Così cerchiamo di riempire il vuoto interiore con il sesso, le droghe, il rock'n roll, i soldi, le conquiste, l'alcol e le automobili costose. Ma più cerchiamo di riempirlo, più il nostro vuoto si accresce. La verità é che l'amore che stiamo cercando non potrà mai venire da tutti i sostituti sui quali trasferiamo i nostri bisogni. Nemmeno l'amore di un'altra persona é un sostituto sufficiente. Il motivo é semplice. Quando siamo separarti dalla nostra divinità interiore, siamo separati dall'unica fonte di amore che può riempire il nostro vuoto interiore. Così nemmeno l'amore di un'altra persona può bastare.

Non c'é sostituto per l'amore di Dio. Nessuna dipendenza materiale può creare la felicità, la pace e la passione dell'amore divino. Ciò nonostante la breve emozione che proviamo con tutte le nostre dipendenze ci può dare l'illusione momentanea del vero successo. Ma la mattina dopo ci svegliamo con la solita sensazione di vuoto dentro di noi.