Immagine

La pulsione di morte

Trad: A. Galbusera

La pulsione di morte è un’entità psichica che normalmente sopraffa la mente razionale e separa il corpo dallo Spirito Eterno e lo distrugge. Il corpo fisico senza l’eterna vitalità della vita stessa diventa rigido, più solido, finché lo Spirito finisce per schiattare.
La Bibbia chiama la mente razionale il grande adultero che ci seduce allontanandoci dallo Spirito il quale è la fondamentale realtà oltre la mente e la sorgente della mente La mente può andare a cento miglia l’ora, ma il corpo non lo può fare finché non diventa un corpo di luce. La sottile corrente della pulsione di morte sfugge alla mente nel suo inseguimento del successo mondano o del servizio divino (il quale è un’altra forma del successo mondano) finché sarà troppo tardi per cambiare le abitudini di cui siamo schiavi. Le abitudini base che uccidono la maggior parte della gente sono abbastanza facili da citare: cibo, soldi, famiglia, casa, affari, macchina, etc. la maggior parte della gente, ovviamente, sceglie la morte fisica come conseguenza dei condizionamenti della religione popolare. Popolarità e religione ortodossa sono gli adulteri istituzionalizzati. Per definizione, le religioni organizzate non potranno mai incarnare la vita eterna dello Spirito Eterno, anche se l’individuo sopravvive.
Far diventare una religione ortodossa, significa ucciderla. La gente che ha più fede nell’organizzazione piuttosto che nel loro Eterno Spirito sono destinati a stare dentro il ciclo della nascita–morte finché non impareranno a vivere nella realtà al di sopra della mente. La pulsione di morte inconscia è causata da due sorgenti base. Uno è il sistema di credenza secondo cui la morte è inevitabile e al di fuori del nostro controllo. Questa credenza è insegnata dai genitori ai bambini generazione dopo generazione, con un lungo corollario di pensieri auto-sabotanti che sabotano la nostra naturale divinità. L’altra è quella che chiamo la contaminazione dell’energia emozionale. L’eccesso di energia mentale ruota continuamente nella nostra aura e in quella di ogni altra persona. Quando siamo in presenza di altre persone, collezioniamo parte di questa roba mentale simile a sudiciume psichico. Se non ce ne sbarazziamo facendo due bagni al giorno ed altre pratiche di purificazione spirituale, diventiamo miserabili e dopo un po’ ci sentiamo morire. Accumuliamo energia emozionale nelle budella, poi si diffonde iniziando dal plesso solare, che è il nostro chakra della socialità, e a tutto il nostro corpo energetico facendoci sentire pesanti.
È la causa del fenomeno della “Pancia del guru” e di altri problemi fisici. Immergendo il nostro plesso solare nell’acqua – bagnandoci nella vasca o sotto la doccia – e sedendoci vicino ad un fuoco aperto, pulisce la nostra aura. Il fuoco brucia via letteralmente la pulsione di morte che assorbiamo dalle altre persone. L’energia emozionale contiene delle informazioni che possono farci ammalare e sentire moribondi. La presenza di una persona pura, può anche guarire gli altri. Il solo modo che hai per vincere la pulsione di morte è sopravvivergli. Possiamo sopravvivergli sviluppando delle abitudini vitali: mantra yoga, terra, aria, acqua, purificazione col fuoco e la comunità spirituale. Terra è digiunare e fare esercizi; aria è respirare energia tanto quanto l’aria; acqua è fare bagni; fuoco è imparare a vivere col fuoco e comunità spirituale significa avere un guru – un maestro spirituale – o almeno un amico sulla strada dell’illuminazione. Un corpo in movimento tende a stare in movimento finché è attivato da una forza esterna.
Noi siamo vittime delle nostre abitudini. Le altre persone sono la forza esterna. Possiamo cercare il guru nelle altre persone e cose, ma niente sostituisce un amico illuminato che può accelerare la nostra trasformazione da una coscienza mortale ad una immortale, compreso il nostro corpo fisico. Babaji - il Padre Eterno nella sua forma umana, l’Angelo del Signore della Bibbia, o lo Shiva yogi – l’Eterna giovinezza, ha perfezionato la mia conoscenza sulla vita eterna nel 1980 dopo che ebbe finito di pubblicare il mio libro “L’Immortalità fisica”. Poi in seguito, ha espanso la mia comprensione e padronanza dei principi praticati giornalmente, i quali sono felice di condividerli con le persone interessate. Ovviamente I suicidi e gli omicidi sono un’altra manifestazione della pulsione di morte.
Gli incidenti automobilistici sono suicidi e omicidi camuffati. La filosofia dell’immortalità fisica fornisce un contesto e un supporto per disfarsi della pulsione di morte. La pulsione di morte contiene le più brutte emozioni umane. È un’entità psichica della quale è meglio che ne facciamo a meno. Finché saremo mente e Spirito Eterno, avremo sempre il potere di lasciare o di distruggere il nostro corpo, oppure di trasfigurare e di ascendere con il nostro corpo fisico. Chi ha bisogno della pulsione di morte inconscia ad ogni costo? Gli esercizi di purificazione spirituale sono il modo più veloce e più facile per la vittoria totale. Babaji ha detto: “Il saggio fa le pratiche spirituali”
Titoli raccomandati da Leonard su questo soggetto
Healing the Death Urge
Breaking the Death Habit
Physical Immortality
The Common Sense of Physical Immortality
The Science of Personal Aliveness (tape)
Physical Immortality Today (tape)